Peperoncino Essiccato

Il modo classico di consumare il peperoncino, il più conosciuto
L’essicazione avviene a bassa temperatura, circa 35°C, per mantenere tutto il profumo ed il sapore della varietà utilizzata, ma attenzione, con la disidratazione la piccantezza si concentra, quindi bisogna usare estrema cautela nell’utilizzo di certe polveri, per non rischiare di trasformare il piatto in un incendio
I peperoncini interi vengono conservati sottovuoto, per mantenere l’essiccazione ottimale, senza perdere profumi, aromi e piccantezza. Si possono schiacciare all’interno del vasetto stesso per poi aggiungere olio per renderlo piccante, agitando una volta al giorno e lasciandolo maturare per almeno un mese. Si possono macinare finemente per ottenere una polvere piccante o si possono reidratare in acqua tiepida per usarlo in cottura.
I semi al loro interno sono vitali, così da poter provare l’esperienza della coltivazione!

Visualizzazione di tutti i 6 risultati